Finanziamenti in Italia: tipologie e finalità

Postato su 23. Feb, 2013 da in Finanziamenti

Perchè chiedere un finanziamento e quale Il consolidamento debiti è una delle formule di finanziamento in Italia più richieste. Ma quali sono i motivi più frequenti che spingono gli italiani a richiedere finanziamenti o prestiti personali? E ancora, quali le cause che portano gli italiani a stipulare mutui o a richiedere la cessione del quinto?

Perché si richiede un finanziamento

In fasi di crisi economica, di generale impoverimento di una nazione se non addirittura di recessione, i beni di lusso da salvaguardare diventano quei beni essenziali senza i quali non potremmo vivere, e quindi lavorare e contribuire al regolare funzionamento della macchina economica: la casa e l’auto. Un tetto sulla testa per sé e per la propria famiglia e un mezzo con cui raggiungere il luogo di lavoro e svolgere le più quotidiane delle azioni sono il punto di partenza per una vita normale. È per tale ragione che in Italia i principali motivi per cui si chiede credito a una banca è la tutela dei beni essenziali. Utilizzando per ogni finalità la tipologia di prestito più consona, si cerca di mettere al riparo la propria abitazione, di affrontare l’acquisto di un’auto nuova o usata o di spese necessarie impreviste, come una ristrutturazione della propria abitazione.

Tipologie dei prestiti in Italia

Il prestito per consolidamento debiti è una formula creditizia che consente di estinguere finanziamenti in corso per stipulare un nuovo prestito a condizioni migliori per il cliente; rate più leggere e tassi d’interesse più bassi rendono il debito un carico più sopportabile. Il mutuo è una tipologia di finanziamento ben nota. Grazie ad esso viene fornito a un soggetto del denaro che egli si impegna a restituire, poi, con rate e scadenze concordate tra le parti in causa. I mutui più noti sono quelli immobiliari, che consentono di acquistare un immobile pagandolo nel tempo. La cessione del quinto è, invece, un finanziamento pensato per pensionati e dipendenti sia pubblici che privati. È un prestito non finalizzato, nel senso che chi lo ottiene può utilizzare il denaro come desidera, e la modalità di rimborso consiste nella trattenuta del quinto dello stipendio direttamente dalla busta paga o dalla pensione. I prestiti personali sono anch’essi non finalizzati: il denaro viene erogato direttamente sul conto corrente dell’interessato.

Immagine: Dirk Houben – FotoliaSimilar Posts:

Tags: , ,